Due pesi, due misure.

6 Novembre 2014

Guardo pochissima televisione, il che è un bene considerando lo spessore culturale dei programmi che propone (ma è anche un male visto che spesso è proprio l’offerta televisiva a fare da specchio ai meccanismi e alla condizione socio-culturale italiana.. insomma, dipende dai punti di vista), ma il tg –  di solito –  non lo perdo.

Ascoltavo distrattamente il tg di Rai Due e mi è successa una cosa strana: nell’arco di trenta minuti mi è capitato di sentire prima il servizio in cui Signorini continuava a sostenere la sua posizione rispetto all’articolo che su Chi ha fatto tanto scalpore. Il nostro ha  dichiarato che non ci vede nulla di male nella battuta sul gelato (nessun messaggio svilente, in sostanza) e che tutta la polemica è nata solo perché il soggetto dell’articolo è una Ministra di un partito di sinistra. Se fosse stata Belen – afferma l’impavido direttore del settimanale – nessuno avrebbe mosso un dito né si sarebbe indignato.

Due minuti dopo aver mandato in onda il servizio su Signorini, la giornalista che presenta il tg introduce quello successivo: la BCE ha realizzato uno spot dedicato alla nuova banconota da 10 euro che sta suscitando non poche polemiche. Nel filmato, che vede protagoniste tante persone diverse nell’atto di impiegare il denaro (una giovane coppia li spende per il cinema, un bimbo teutonico li mette nel salvadanaio, un pensionato li adopera per comprare dei fiori per la sua signora…), l’Italia  è rappresentata da una cameriera che riceve i 10 euro come mancia.

E’ un’immagine che non condivido poiché è uno stereotipo di genere, ma non costituisce un’umiliazione fare la cameriera. Per questo spot, però, si sono indignati in parecchi. “E’ un’immagine svilente per il nostro paese” (l’Italia rappresentata come donna che fa un lavoro umile…), tuonano da ogni parte.  Curioso che invece l’immagine di una ministra dello Stato italiano, paparazzata nell’atto di mangiare un gelato al solo scopo di poter fare un’allusione sessuale, invece, non lo sia.

, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Ultimi articoli

Femminismi sotto l’ombrellone: 6 libri… più 1!

Nelle ultime settimane, complici ritmi di lavoro meno serrati, mi sono dedicata alla lettura di alcuni libri femministi pubblicati recentemente. Perché no, il femminismo non va mai in vacanza! Vi… Leggi di più »

L’Italia non ha ancora fatto i conti con la violenza del suo passato coloniale

In queste ultime settimane si è riacceso il dibattito nei confronti della statua dedicata a Indro Montanelli, celebre firma del Corriere della Sera e fondatore de Il Giornale, presente all’interno… Leggi di più »

Non è revenge porn, ma violenza di massa

Su l’Indiscreto, il mio articolo riguardante il fenomeno del Revenge Porn:   Inizialmente si trattava di vendetta privata – fino a qualche anno fa, infatti, la diffusione del materiale scorreva… Leggi di più »

Alessia Dulbecco © 2020 - All rights reserved - Design by Luca Minici | Privacy Policy | Cookie Policy