Un, due tre…Bic! 

5 Maggio 2015

Di nuovo.

Bic non si smentisce MAI.

Dopo il rasoio per lui e per lei, la penna per lui e per lei (vi ricordate? Avevo scritto a proposito di questi grandi esempi di marketing qui) è arrivato…l’accendino!!  

img 0056
Ho trovato questa foto girovagando su Facebook, probabilmente postata da qualche mio contatto (non ricordo chi, altrimenti come al solito sarebbe citat*).

Le motivazioni per la creazione di due rasoi diversi e di due penne diverse, seppur strampalate, erano per lo meno comprensibili (certamente non sostenibili). La pelle e i peli di una donna sono diversi da quelli di un uomo (bah..), la mano di una donna è più sottile di quella maschile (e ciò, per Bic, apre ad importanti questioni ergonomiche…a quanto pare…).

Ma qui, qual è la motivazione? L’accendino in questione è perfettamente identico a quelli che si trovano abitualmente in commercio. L’unica cosa che cambia, mi pare di capire, è la grafica. Eh si, questi intercettano perfettamente le caratteristiche femminili. 

A noi piacciono i rossetti (soprattutto quelli verdi, come raffigurati in foto!), i vestiti, giocare con i cagnolini e perderci in velleità di ogni tipo.

Grazie Bic, corro subito a comprarli per aggiornare la mia collezione di oggetti ‘pensati per me’.  

, , , ,

8 responses

  1. Che dire del cioccolato per lui? http://dangerousminds.net/comments/chocolate_bars_in_the_shape_of_boobies
    A quanto pare qualcuno è convinto che la cioccolata sia una cosa da femmine, quelle povere donne single, che per consolarsi del fatto che nessuno le ama, si ingozzano di ciccolato fino a diventare brutte e ciccione. Per invogliare gli uomini a mangiare cioccolato hanno pensato fosse intelligente dargli la forma di una tavoletta piena di tette.
    Solo tette: un pezzo di corpo femminile che diventa cibo.

    1. alessiadulbecco ha detto:

      Pezzi di corpi femminili per rendere appetibile qualsiasi cosa…

    2. IDA ha detto:

      in questa pasticceria a Bruges cioccolato senza distinzione di “genere”.
      http://www.minube.it/posto-preferito/pasticceria-verheecke-a-bruges-a10283#modal-42098

  2. Paolo ha detto:

    che stupida cavolata, la Bic si sta rendendo ridicola

  3. IDA ha detto:

    Io sono una fumatrice, e devo dire che ne sentivo proprio la mancanza, basta con questi accendini troppo virili.. 🙂

    1. alessiadulbecco ha detto:

      Ehhhh, infatti… Bic ci regala un accendino che possiamo sfoggiare in pubblico con orgoglio! Gli accendini monocolore erano troppo banali, quelli con la foglia di marijuana o quelli con i colori della bandiera giamaicana troppo anni ’90…finalmente qualcosa in
      Linea con i tempi! 😄

      1. giuseppina diamanti ha detto:

        …senza contare che il rossetto verde è becera copia di messaggi strausati anni fa in campo pubblicitario per alludere al simbolo fallico.Se ne vedono ancora solo nelle reclame dei detersivi per piatti. Verdi. Ormai i grafici eleganti non usano più i simboli. Per merci ritenute più chic piuttosto ti piazzano un modello vero con mutanda. Da proporre alla bic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Ultimi articoli

Femminismi sotto l’ombrellone: 6 libri… più 1!

Nelle ultime settimane, complici ritmi di lavoro meno serrati, mi sono dedicata alla lettura di alcuni libri femministi pubblicati recentemente. Perché no, il femminismo non va mai in vacanza! Vi… Leggi di più »

L’Italia non ha ancora fatto i conti con la violenza del suo passato coloniale

In queste ultime settimane si è riacceso il dibattito nei confronti della statua dedicata a Indro Montanelli, celebre firma del Corriere della Sera e fondatore de Il Giornale, presente all’interno… Leggi di più »

Non è revenge porn, ma violenza di massa

Su l’Indiscreto, il mio articolo riguardante il fenomeno del Revenge Porn:   Inizialmente si trattava di vendetta privata – fino a qualche anno fa, infatti, la diffusione del materiale scorreva… Leggi di più »

Alessia Dulbecco © 2020 - All rights reserved - Design by Luca Minici | Privacy Policy | Cookie Policy